Diamo un voto al programma di Renzi: 2 puntata: Europa.

Nel secondo punto del suo programma, Renzi parla di Europa. Affronta un primo punto relativo alle istituzioni europee. Ammetto di non avere la conoscenza per affrontare in specifico il tema. Non so se ci siano molti elettori che riescano a comprendere a fondo le idee di Renzi. Questo potrebbe essere un problema.

Interessante il secondo punto “Un nuovo modello di integrazione: fare gli europei“. Concordo con Renzi quando afferma che serve più Europa e non meno Europa. Però l’Europa non può essere un organismo solo burocratico, ma deve avere un anima che può nascere nel giro di una o due generazioni. Nel dettaglio, le idee di Renzi sono:

  1. Elezione diretta del Presidente del Consiglio Europeo.
  2. Iniziativa legislativa da parte del Consiglio Europeo
  3. Politica estera e militare comune.

Tre proposte che hanno un loro senso ma sono, secondo me, carenti in due aspetti. Il rafforzamento istituzionale dell’Europa (assolutamente condivisibile) deve necessariamente passare per una devoluzione di poteri da parte dei governi nazionali. Se gli Stati non cedono parte della propria sovranità all’Europa sarà veramente difficile costituire la nuova Europa.
Il secondo aspetto riguarda le politiche comuni. E’ necessario un percorso virtuoso che accomuni anche altre politiche: quella fiscale, quella economica, ma anche quelle di welfare, quelle relative alla salute dei cittadini, alle politiche migratorie. Su questo Renzi non dice. E secondo me, sbaglia. Il voto su questi tre punti è quindi: 6 (7, 6, 5)

3. Sostenere la mobilità degli studenti in europa. Idea condivisibile: 7
4. Servizio civile Europeo di 6 mesi. Renzi ha visto come ha funzionato il Servizio Civile in Italia? Non si è accorto che la maggior parte dei giovani è stato impiegato a fare le fotocopie o a fare servizi di basso livello per le organizzazioni? Se questo è il Servizio Civile che ha in mente, allora è sbagliato. Il Servizio Civile ha senso solo se è educativo per il giovane: 5
5. Perseguire un progetto comune europeo per integrare le politiche sul lavoro: 7

This entry was posted in Persone, Politica. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*